Eleni Artemiu Fotiadu – Poesie

Traduzioni di Crescenzo Sangiglio Da Rem (2019) I COME AVREBBE DOVUTO ESSERE un letto biancocandide lenzuolaun balcone con amori rampicanti si arrampica silenziosoun libro peduncolole sue foglie appoggia sulle dita(un po’ prima il sogno è sempre primavera)negli occhi due remi selvatica colombae un sobbalzo nella menteper un cielo che cadendomi demolisce il cancello Rem (Μανδαγόρας, 2019) ΟΠΩΣ ΘΑ ΕΠΡΕΠΕ ΝΑ ΕΊΝΑΙ ένα λευκό κρεβάτικάτασπρα σεντόνιαμπαλκόνι … Continua a leggere Eleni Artemiu Fotiadu – Poesie

Mattia Tarantino – Poesie da “Fiori estinti”

Da Fiori estinti (Terra d’ulivi, 2019) * La stanza Si ammala la parola, le mie vertebre si curvano in silenzio. Non piove che acqua sporca, e questa stanza è troppo bianca: morirò nel singhiozzo delle allodole. * Un salmo usurato Comando che il tuo cuore tossisca timido, tra le mani degli angeli. Poiché non fui che un salmo usurato; il profeta dei morti e il … Continua a leggere Mattia Tarantino – Poesie da “Fiori estinti”

Letizia Di Cagno – Cinque poesie da “Urla la fine che pianta germogli”

Dentro di te Svegliami da questi passiche imbiancano una notte mainotte, dall’interno fischiato degli alberi,lunghe steppe, raid desertici,chiamata dentro di te una volta ancorala timidezza di essere al mondo. * Se fossi Se fossi una materia meno distruttivadel tuo respiro periferico,io le prenderei tutte insiemele insignificanze per come sono,se solo fossero. * Anno Domini MMXVIII Il giorno incomincia dai vestiti sudati.La disidratazione dall’acqua.Questi sottili ricatti … Continua a leggere Letizia Di Cagno – Cinque poesie da “Urla la fine che pianta germogli”

Luca Crastolla – Versi

cosa abbiamo bruciato insieme all’inciampo dell’alfabeto molle il giorno che la sottana della notte allestita nella misura di una diurna custodia eclissò il mondo? Ogni posizione presa s’impazziva di occhi sellando code di cometa borseggiando i frattempi della fortuna In eco, il tradimento della voce giurava le nuove piantagioni del sale: cicala foglia non canta al vento che non voglia questo subbuglio * Gli ultimi … Continua a leggere Luca Crastolla – Versi

Alessia Tripodo – La Rivolta degli Angeli, I

Canto I Stadio Larvale Il sole maturava la sua decaduta, era sera, il pavimento, prima argentato, diveniva ombra. Sulla strada grande dell’Est, alle spalle della morte un uomo curvo mi vide sogghignare: era l’ultimo cielo umano, l’ultimo tramonto e di lì a poco, solo cosmo, solo nero, buio. Ed ecco, l’uomo curvo ancora rinasceva, gli chiesi: “sa forse parlarmi della sua vita?” Egli non rispose, … Continua a leggere Alessia Tripodo – La Rivolta degli Angeli, I