Simona De Salvo – Una poesia

esperienza universale? no, letto nero. fiori? no, lampadina nera. momento di redenzione? no, bava alla bocca. Le finestre in campagna sono fatte di legno bianco, il vento ci passa sopra come un solstizio di primavera: L’odore di hot dog alla fiera, di molte possibili cose. Adesso la casa è piena di estranei, non c’è più un corpo. Le lampadine di natale sono codici senza decifrazione. … Continua a leggere Simona De Salvo – Una poesia

Gabriele Galloni – Un inedito da “L’estate del mondo”

Eccoci finalmente all’ultimissima riva del mondo; vi arriviamo nudi via terra. Aspetteremo qui la fine ora che niente abbiamo più alle spalle; sarà la nostra vita come l’occhio di un dio cieco – la vita come questo mare che non sprofonda mai in abisso. Soltanto c’è da definire i nomi che nuovi diamo alle cose e ai viventi. Perché di questo molto ci appartiene; ci … Continua a leggere Gabriele Galloni – Un inedito da “L’estate del mondo”

Antonio Merola – Intervista

Nella sterminata bibliografia critica su Fitzgerald mancava un testo che indagasse il suo rapporto con il nostro paese (F. Scott Fitzgerald e l’Italia, Ladolfi, 2018). Banalmente: com’è nato il progetto? The foreign Critical Reputation of F. Scott Fitzgerald (1980): ecco, non ho mai avuto una idea precisa di chi fosse, ma disse una cosa: e cioè che la critica italiana ha sempre preferito a Fitzgerald … Continua a leggere Antonio Merola – Intervista

Lorenzo Spurio – Storia d’amore. Una fantasia di Bruno Mohorovich

Un volume di liriche interamente declinato al tema dell’amore è Storia d’amore. Una fantasia (Bertoni Editore, Perugia, 2015) di Bruno Mohorovich. Nelle note critiche d’apertura stilate da Guido Buffoni si traccia in maniera fedele e con approfondimento emotivo le nervature principali che contraddistinguono le poesie qui contenute. Buffoni, come il sottoscritto, è convinto nel sostenere che non abbia rilevante importanza sapere se tale liriche provengano … Continua a leggere Lorenzo Spurio – Storia d’amore. Una fantasia di Bruno Mohorovich

Vera D’Atri – Versi

Separarsi da un tutt’uno immaginario, sia esso scintilla o autunno in diradare. Veder ghiacciare il sole tra i rami di sambuco affinché bianche divengano le vene. Custodire il suono del cielo nell’edera che sale, nascondervi l’ipotesi del poter venir via ogni volta dall’incastro senza precipitare nell’ultimo quarto di sgomento. Inseguire la fuga dei minuti e per questo alzarsi di notte nel tentativo di riprenderli. Scrivere … Continua a leggere Vera D’Atri – Versi

Chrissa Alexìu – Quattro poesie

I δεν έχω το κλειδί να ανοίξω την πόρτα έβαλα μια φωτογραφία δίπλα στο τίποτα ζω με το δόλωμα στα μάτια ίσως σε ονειρευτώ απόψε πατέρα Ι non ho la chiave per aprire la porta ho posto una fotografia accanto al nulla vivo con l’esca negli occhi stasera padre forse ti sognerò II τα παιδιά είχαν μπαράκι κάτω απ΄ το βουνό δίπλα στο ρέμα ο … Continua a leggere Chrissa Alexìu – Quattro poesie