Gabriele Galloni – Un inedito da “L’estate del mondo”

Eccoci finalmente all’ultimissima riva del mondo; vi arriviamo nudi via terra. Aspetteremo qui la fine ora che niente abbiamo più alle spalle; sarà la nostra vita come l’occhio di un dio cieco – la vita come questo mare che non sprofonda mai in abisso. Soltanto c’è da definire i nomi che nuovi diamo alle cose e ai viventi. Perché di questo molto ci appartiene; ci … Continua a leggere Gabriele Galloni – Un inedito da “L’estate del mondo”

Vera D’Atri – Versi

Separarsi da un tutt’uno immaginario, sia esso scintilla o autunno in diradare. Veder ghiacciare il sole tra i rami di sambuco affinché bianche divengano le vene. Custodire il suono del cielo nell’edera che sale, nascondervi l’ipotesi del poter venir via ogni volta dall’incastro senza precipitare nell’ultimo quarto di sgomento. Inseguire la fuga dei minuti e per questo alzarsi di notte nel tentativo di riprenderli. Scrivere … Continua a leggere Vera D’Atri – Versi