Alberto Pellegatta – Poesie per dimagrire (Inediti)

GLI INTERMEDIARI È appena successo, ho ancora i capelli bagnati e tutti i verbi di sorpresa fuori uso. Salite, c’è l’aria condizionata. Bocca che desidera, petto che le ribatte. Dirvi di no, sentire le brunette che girano le lingue. Vista dall’alto è incompleta per sconfinato dondolamento fermarsi prima della melodia scendere un’altra volta dal cielo. * Un gruppo di orsi esce dalla foresta, una parte … Continua a leggere Alberto Pellegatta – Poesie per dimagrire (Inediti)

Massimo Dagnino – Inediti da ‘Paesaggi parassitari’

I La spiaggia rilascia la notte fino a quando le colline non sembrano un fondale; ride bianco il volto a voragine. Lampeggiante la spia rossa del molo oltremodo il suo farsi crisalide fa ricrescere lo spazio della sua ingente veranda misconosciuta. A distanza lampioni ricalcano vie sobillano lo sguardo a isolare lettere adagiate in compresenza lo sputo illibato sull’erba. II Occhi introiettano la luna un … Continua a leggere Massimo Dagnino – Inediti da ‘Paesaggi parassitari’

Francesco Paolo Del Re – Inediti

Pioggia o regno, vanno veloci i nembi della pancia, la lanugine dell’ombelico Sarà cuscino del tuo ritorno al sonno Opalina di rivederti, ridere in fiamme Assecondarti piano per una desinenza di buio, per alimento di un fuoco ulteriore * È questione di luce splendente. Un andante stupore che, sai, ha bisogno di fiato. Fame d’aria che ti porti cucita come sacca nel petto. Rideranno poi … Continua a leggere Francesco Paolo Del Re – Inediti

Francesco Ottonello – Tre inediti

Poesie dalla raccolta inedita Acerbe isole Potrebbe anche salvarci La donna che verrà a mancaresarai sterile tua madre morirà –il mio grido assorbito dalla terradentro qualcuno, e niente, eppure, sai essere di parola è scrivere solo per un gesto. * Adduzione terza Il momento più arduo è il risveglio, quel ritornare al mondo. Doversi alzare solo per la propria forza. Mi sento osservato, è solo … Continua a leggere Francesco Ottonello – Tre inediti

Roberto Batisti – Inediti

evidenze 1. spinta dal moto convulsivo di tutti i suoi sepolti, la rotazione terrestre ebbe inizio. 2. “è come svegliarsi cuciti a un cadavere: il colore del filo non è importante, l’umore del cadavere neanche.” 3. dice che i barbari, emersi in un bosco di aromi come premio di un calcolo obbligato, con sonagli e superstizioni al collo. 4. quando fecero irruzione lasciando successivamente ai … Continua a leggere Roberto Batisti – Inediti

Andrea Breda Minello – Poesie runiche

Rune ANSUZ ᚨ Nel fitto della vegetazione Frassini e querce sembrano intrecciarsi Impronta dei nostri corpi terreni Gesto inatteso del destino Siamo attratti dal chiarore della notte Un suono creatore ci seduce Mentre lo spirito felino della foresta Ci accoglie come signore dell’esistenza Si adagia fra le nostre scapole Il suo manto d’argento Scioglie la verità narrata nel sogno. SOWELU Al di là della fondamenta … Continua a leggere Andrea Breda Minello – Poesie runiche