Eleni Artemiu Fotiadu – Poesie

Traduzioni di Crescenzo Sangiglio Da Rem (2019) I COME AVREBBE DOVUTO ESSERE un letto biancocandide lenzuolaun balcone con amori rampicanti si arrampica silenziosoun libro peduncolole sue foglie appoggia sulle dita(un po’ prima il sogno è sempre primavera)negli occhi due remi selvatica colombae un sobbalzo nella menteper un cielo che cadendomi demolisce il cancello Rem (Μανδαγόρας, 2019) ΟΠΩΣ ΘΑ ΕΠΡΕΠΕ ΝΑ ΕΊΝΑΙ ένα λευκό κρεβάτικάτασπρα σεντόνιαμπαλκόνι … Continua a leggere Eleni Artemiu Fotiadu – Poesie

Letizia Di Cagno – Cinque poesie da “Urla la fine che pianta germogli”

Dentro di te Svegliami da questi passiche imbiancano una notte mainotte, dall’interno fischiato degli alberi,lunghe steppe, raid desertici,chiamata dentro di te una volta ancorala timidezza di essere al mondo. * Se fossi Se fossi una materia meno distruttivadel tuo respiro periferico,io le prenderei tutte insiemele insignificanze per come sono,se solo fossero. * Anno Domini MMXVIII Il giorno incomincia dai vestiti sudati.La disidratazione dall’acqua.Questi sottili ricatti … Continua a leggere Letizia Di Cagno – Cinque poesie da “Urla la fine che pianta germogli”

Davide Galipò – Tre poesie da “Istruzioni alla rivolta”

diserzione Non c’è diserzione nel crudo paesaggio di corpi arrostiti sul bagnasciuga nel giro di boa alla prua dello scafo, buio scafandro con cuore di uomo. L’umanità trabocca: il palombaro, stagliatosi all’orizzonte, presenta sul casco il riflesso ramato del cielo: presagio di giorni migliori a venire. E in certe sere i tuoi gemiti tacciono mentre – gioioso – deflagro l’imene al pensiero del prossimo giorno … Continua a leggere Davide Galipò – Tre poesie da “Istruzioni alla rivolta”

Danilo Luigi Fusco – Due poesie da “Trenodia”

I – Felice ho visto anche il mio nome pagato in esergo al prete perché mi desse abiura a quelle lettere in mezza sineddoche di firma. Cercavo l’urbano orbo a portarmi in nuova Chiesa ché addestrasse pensieri e cani. Era una villa sepolta dove dormivi, Donna sotto un balcone a forma d’abside gocciolano grondaie nere d’acqua benedetta a inchiostro. Voluta l’arte è il fascismo dei … Continua a leggere Danilo Luigi Fusco – Due poesie da “Trenodia”