Roberto Maggiani – Poesie da “Angoli interni”

Capitan America

L’equilibrio universale si fonda sul valore
di una manciata di costanti:
tengono insieme lo spazio-tempo
e le sue particelle –
la loro minima variazione
cambierebbe il destino del Cosmo.

A noi mondani non importa
delle ricerche sulle minuzie cosmiche –
ma non è forse in una minuzia
che si decide l’essere uomo o donna?
Si tratta di una gambetta
in più o in meno nel cromosoma.
Come quella volta che per una quisquilia –
a causa del coperchio di un secchio
di vernice in mano –
diventai – d’un colpo – Capitan America.

*

Cosmòni

Lassù tra le stelle c’è un’altra Terra
ha una simile geologia e forse-forse
un’intelligenza che ci attende.

1

Vorrei già essere al tempo
in cui le civiltà cosmiche s’incontreranno –
quando qualcosa dovremo pur dire
a quella vita altrove
come noi sórta dalla terra –
indotta all’intelligenza
da un casuale incastro molecolare
o dalla sua Buona Stella.

2

Chi sono i più antichi viventi dell’Universo?

Forse coloro che hanno così avanzata scienza
che della fantasia facilmente fanno materia:
rendono reali i loro pensieri
estraggono la gioia dal dolore
e scelgono per il tempo che rimane
solo bellezza.

*

neologismo cosmòni, coniato dall’autore, è stato utilizzato per la prima volta nella sua raccolta di versi “Nella frequenza del giallo”, LaRecherche.it, 2012. Indica l’insieme di tutti gli esseri viventi senzienti del Cosmo, pertanto anche le donne e gli uomini sono cosmòni.

*

Senza limiti o scadenze

Mai si vorrebbe consegnare il corpo alla morte
ma se proprio dovremo – e si dovrà –
è bene fin d’ora abbandonare
ogni attaccamento alla materia
liberare la via alla felicità.
Perché di questo si tratta –
è proprio quello che vogliamo:
la nuda e cruda felicità.
E tutto il gioco – con impegno/ingegno –
consiste nel superare il limite
tra luce e oscurità
nella speranza di rimanere coscienti
e che quanto abbiamo prediletto
e coloro che ci hanno amato e amiamo
possiamo ritrovarli:
non si spenga per sempre
la coscienza della nostra esistenza –
se questa continuerà eterna
vorremmo solo gioia e una pista infinita
un percorso senza varchi
limiti o scadenze.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...