Vera D’Atri – Una poesia

Decrepito figlio mio, Telemaco, figlio

di padre eroe,
nutrito assieme agli ospiti,
attristito.
Non sorge mai il tuo giorno.
Il mare delle sue leggende è un grande
occhio azzurro che ciclopico
ti annega.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...