Giorgia Esposito – Versi

La pelle si sgrana e l’acqua non ripara

non purifica non è più ritorno vitale:

corpo lattiginoso reclama muto.

È sempre stata questa la fronte,

le mani, questo il neo sul collo.

Non potrei giurarlo.

L’oblio non è definitivo]

spuntano bestie

di un tempo premitico

sulle facce dei pendolari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...