Beatrice Orsini- Una poesia

Non meno ostinata della tua, la mia di follia
declina desinenze dove altri vedono rovine
ma lascia ai fiori la scelta di quando morire
e non è mai per caso se la lingua ne tace.

Ho scritto una parola: subito,
me l’hanno portata via.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...