Francesco Paolo Del Re – Inediti

Pioggia o regno, vanno veloci i nembi

della pancia, la lanugine dell’ombelico

Sarà cuscino del tuo ritorno al sonno

Opalina di rivederti, ridere in fiamme

Assecondarti piano per una desinenza

di buio, per alimento di un fuoco ulteriore

*

È questione di luce splendente.

Un andante stupore che, sai, ha

bisogno di fiato. Fame d’aria

che ti porti cucita come sacca

nel petto. Rideranno poi sapendo

del vuoto così vicino al cuore

*

La secchezza degli occhi tradisce

una stanchezza di vedere, forse

un’altra fame occasionalmente

spenta, il rifiuto di un dovere.

Accenderai allora uno sguardo

interiore, un fuoco amico,

la face che balugina sospesa

dove il passaggio si fa scosceso.

(Fotografia di Dino Ignani)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...