Lorenzo Baldassarri – Inediti

Ogni dettaglio pesa sullo sguardo
quando gli occhi non sanno più posarsi
sulle cose se non con inquietudine.
Ma non si può sprecare tutto il cielo
con la testa rivolta verso il basso.

***

Al culmine di ogni desiderio
c’è sempre un fallimento, come un niente
che si espande, un disordine dei sensi
che in poco tempo appannano la mente.
E forse non esiste appagamento,
soltanto una tensione che alimenta
la fatica, questa nostra voglia antica
di divorare il cielo.

***

E se decidessi di uscire di scena,
di mancare all’appello, di essere
l’anello che non chiude la catena?
Se scappassi dal tribunale della mente
la sconterei comunque la mia pena?

***

Ma tutto questo andare e non tornare
dove mi porterà? Sono un disperso
nella terra straniera del mio corpo.
La vita è un gioco rapido di specchi
opachi in cui non riesco a riconoscermi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...