Giulia Maturani – Poesie da “Sogni amianto”

Ho vomitato il cuore
in una concimaia.
Concubina delle stelle,
sbudello la notte
nell’orgia del niente.

Lagune d’ombra
sfilano sugli occhi.
Ho alghe sopra i denti.
Apocalissi
dentro il cuore.
Murata
nel buio anemico,
sterilizzo i per sempre.

Serbatoi essiccati
gorgheggiano
dentro sconce
sale d’attesa.
Cuori in vitro
crepano le provette
che fecondavano i sogni.

Ho vent’anni e un sogno.
Ma non ho le mani
né gli occhi
per aggrapparmi
al silenzio degli angeli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...