Matteo Piergigli – Poesie da “La densità del vuoto”

la spugna nera disseca
scampoli di luce a Senigallia.
Nel parcheggio solo un foglio,
una scaglia di ossidiana, la vita
scheggiata da ricomporre
alle nove di sera

*

dove sono i panni stesi
di una volta non c’è più nulla
da lavare resta il vuoto
nel cestone e un calzino nero
in cerca di fortuna

*

tutti i clienti sono uguali
di fronte alla legge di anna
come i numeri delle camere
d’albergo che ha giocato
cinque, sei o sette minuti
non fa differenza.
anna aspetta, aspetta sempre

*

Grazie alla Samuele Editore per la segnalazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...