Matteo Piergigli | L’errore di chi resta

proposta della redazione


un errore cova
nella cenere indosso
una marea sei orna
appena che consuma


*


svegliami dal buio
prima o poi nel nostro
riquadro di cielo
il vuoto di chi resta
l’errore di qualcuno


*


pareva notte, tra incroci
di pensieri racchiusi in bocci
una bugia dal cielo resta
in faccia l’abisso non si esce
di casa, a raccogliere i pezzi


*


mentre la pioggia consuma
le cose non dimenticano
metà del viso in ombra
niente ritorna niente
finisce davvero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...